Il PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA

 (punto 4 comma 14 legge 07/2015)

 

“Il piano è il documento fondamentale costitutivo dell'identità culturale e progettuale delle istituzioni
scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa e organizzativa che
le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia”.

Il piano è coerente con gli obiettivi generali ed educativi dei diversi tipi e indirizzi di studi,
determinati a livello nazionale, e riflette le esigenze del contesto culturale, sociale ed economico
della realtà locale, tenendo conto della programmazione territoriale dell'offerta formativa. Esso
comprende e riconosce le diverse opzioni metodologiche, anche di gruppi minoritari, valorizza le
corrispondenti professionalità …”.

“Il piano è elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola …
definiti dal dirigente scolastico.

Il piano è approvato dal consiglio d'istituto.


 In generale, sono “le istituzioni scolastiche”:

  • ad effettuare “le proprie scelte in merito agli insegnamenti e alle attività curricolari,
    extracurricolari, educative e organizzative”
  • ad individuare “il fabbisogno di posti dell’organico dell’autonomia, in relazione all’offerta
    formativa che intendono realizzare
  • che decidono sull’offerta formativa, sulle iniziative di potenziamento e sulle attività progettuali
    che si propongono di attuare.

“Ai fini della predisposizione del piano, il dirigente scolastico promuove i necessari rapporti con gli
enti locali e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti nel
territorio; tiene altresì conto delle proposte e dei pareri formulati dagli organismi e dalle
associazioni dei genitori e, per le scuole secondarie di secondo grado, degli studenti”.

La legge 107 istituisce l’organico dell’autonomia, “funzionale alle esigenze didattiche, organizzative
e progettuali delle istituzioni scolastiche (…) I docenti dell’organico dell’autonomia concorrono alla
realizzazione del piano triennale dell’offerta formativa con attività di insegnamento, di
potenziamento, di sostegno, di organizzazione, di progettazione e di coordinamento”.

Per le finalità di cui sopra “il dirigente scolastico può individuare nell’ambito dell’organico
dell’autonomia fino al 10 per cento di docenti che lo coadiuvano in attività di supporto organizzativo
e didattico dell’istituzione scolastica” (comma 83). I docenti rientranti in tale organico avranno un
ruolo funzionale al buon andamento delle attività della scuola; si identificheranno nel sostegno
fornito alle istituzioni scolastiche sotto il profilo organizzativo e didattico e potranno essere utilizzati,
ai sensi del comma 85 della legge, in sostituzioni dei colleghi assenti per la copertura di supplenze
temporanee fino a dieci giorni.

Il PTOF è in relazione con

  •  il procedimento di valutazione delle leggi precedenti,
  • il RAV e il relativo piano di miglioramento definito dalle scuole.

 

 
Load More

Notizie

L’IS Falcone presente alla Celebrazione dell’Unità Nazionale

18 Nov, 2019

Domenica 10 Novembre 2019 ha avuto luogo la festa dell’Unità nazionale: un corteo di…

Rappresentanti genitori e alunni consigli di classi: elenchi definitivi

16 Nov, 2019

Nella sezione ALBO sono pubblicati i decreti definitivi con i nominativi dei…

Circ 160 Convocazione Consigli di classi Novembre

13 Nov, 2019

Gli allegati sono pubblicati  in bacheca Argo

Avviso: CORSI/ATTIVITA' POMERIDIANI

08 Nov, 2019

I corsi ECDL e l'attività Gruppo tra Pari sono sospesi fino a ulteriore comunicazione

Teniamoci per mouse

08 Nov, 2019

Diciassettesimaa edizione del convegno Teniamoci per Mouse dal titolo "Si…

GRADITA VISITA DEL PREFETTO DI VARESE NELLA NOSTRA SCUOLA

08 Nov, 2019

Sua eccellenza il Prefetto di Varese, il Dottor Enrico Ricci, ieri mattina è venuto all’Istituto Falcone ed ha voluto visitare la scuola soffermandosi con interesse nei laboratori (quelli di grafica dotati di Mac e di fotografia, e quindi le cucine della sezione alberghiera ove è in corso la produzione dei panettoni). Ha visionato anche le palestre e le aule destinate ai ragazzi diversamente abili che il Falcone ospita con attenzione. Il Prefetto ha gradito l’incontro con i giovani ed ha pranzato in istituto presso la sala ristorante dove ha voluto ringraziare gli alunni e rivolgersi a loro come i futuri rappresentati della società che cresce; alla fine i ragazzi hanno salutato la massima autorità provinciale dello Stato con un caloroso applauso.

Durante il giro per i luoghi della scuola il Dottor Ricci, accompagnato dal Dirigente Scolastico, l’Ing. Ilacqua, ha anche prestato attenzione agli impianti, alle attrezzature ed alla realizzazione della sicurezza ambientale.

GM