Circ. n. 396   del 21/03/2020  

Ai coordinatori di dipartimento
Ai coordinatori di classe
Ai docenti
Al DSGA
Al sito d’Istituto

 

OGGETTO: DISPOSIZIONI in attuazione alla nota del Ministero Istruzione n. 388 della Didattica A Distanza e condivisione della VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI

 Facendo seguito alla Nota Ministero Istruzione n. 388 del 17/03/2020 con oggetto Emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus. Prime indicazioni operative per le attività didattiche a distanza, con la presente si integrano le indicazioni contenute nella circ. n. 394 del 14/03/2020, con l’intento di mettere a sistema i diversi interventi di didattica a distanza fin qui intrapresi e di condividere, anche nei Dipartimenti, alcune indicazioni sulla valutazione degli apprendimenti degli studenti.

Il principio di base che deve guidare tutta l’attività didattica a distanza è di dare validità sostanziale, non meramente formale, all’anno scolastico. Per fare ciò è necessario che vi sia costruzione ragionata e guidata del sapere attraverso un’interazione tra docenti e alunni.

 Si ricorda che la didattica a distanza prevede che si dia vita a un “ambiente di apprendimento” con collegamento diretto o indiretto, immediato o differito, attraverso videoconferenze, video-lezioni, chat di gruppo, trasmissione ragionata di materiali didattici, attraverso il caricamento degli stessi su piattaforme digitali (YouTube, ecc.) con successiva rielaborazione e discussione operata direttamente o indirettamente con il docente, impiego dei registri di classe  in tutte le loro funzioni di comunicazione e di supporto alla didattica e, in caso di lezione sincrona, di  firma di presenza con rilevazione delle assenze, interazione su sistemi e applicazioni  educativi propriamente digitali.

La didattica a distanza prevede infatti uno o più momenti di relazione tra docente e discenti, attraverso i quali l’insegnante possa restituire agli alunni il senso di quanto da essi operato in autonomia, utile anche per accertare, in un processo di costante verifica e miglioramento, l’efficacia degli strumenti adottati, anche nel confronto con le modalità di fruizione degli strumenti e dei contenuti digitali – quindi di apprendimento – degli studenti, che già in queste settimane ha offerto soluzioni, ausilio, materiali. E’  da privilegiare, compatibilmente con il contesto e per quanto possibile, la modalità in “classe virtuale”. 

Resta scontato che l’invio di materiali o la mera assegnazione di compiti, che non siano preceduti da una spiegazione relativa ai contenuti in argomento o che non prevedano un intervento successivo di chiarimento o restituzione da parte del docente, dovranno essere gradualmente abbandonati, perché privi di elementi che possano sollecitare l’apprendimento.

 Il raccordo tra le proposte didattiche dei diversi docenti del Consiglio di Classe è necessario per evitare un peso eccessivo dell’impegno on-line, magari alternando la partecipazione in tempo reale in aule virtuali con la fruizione autonoma in differita di contenuti per l’approfondimento e lo svolgimento di attività di studio.

Occorre evitare sovrapposizioni degli orari di lezione e curare che ci sia prudenza nell’assegnazione dei compiti tali che, se contenuti nella quantità, di essi si possa pretendere il rispetto e sia eventualmente concordato tra i docenti, in modo da evitare un eccessivo carico fattuale e cognitivo.

Per questo è fondamentale compilare il Modulo ricognizione/programmazione attività FAD.

 Per quanto riguarda gli alunni con disabilità, il punto di riferimento rimane il Piano Educativo Individualizzato.

I docenti di sostegno, in costante raccordo con i docenti curriculari, che sono invitati ad aggiungere il docente di sostegno nella classe virtuale, manterranno l’interazione a distanza con l’alunno e, compatibilmente con le situazioni in essere, con la famiglia dell’alunno stesso, mettendo a punto materiale personalizzato da far fruire con modalità specifiche di didattica a distanza concordate con la famiglia medesima, nonché di monitorare, attraverso feedback periodici, lo stato di realizzazione del PEI. 

Per gli alunni DSA occorre rammentare la necessità, anche nella didattica a distanza, di prevedere, secondo quanto stabilito da ciascun PDP, l’utilizzo di strumenti compensativi e dispensativi, i quali possono consistere, a puro titolo esemplificativo e non esaustivo, nell’utilizzo di software di sintesi vocale che trasformino compiti di lettura in compiti di ascolto, libri o vocabolari digitali, mappe concettuali.

Affinché le attività finora svolte non diventino esperienze scollegate le une dalle altre, appare opportuno riesaminare le progettazioni didattiche definite nel corso delle sedute dei consigli di classe e dei dipartimenti di inizio d’anno, al fine di rimodulare gli obiettivi formativi sulla base delle nuove attuali esigenze; tale compito verrà assolto dai Dipartimenti disciplinari in apposite riunioni e successivamente nei consigli di classe, che si svolgeranno entrambe in videoconferenza

 Gli argomenti trattati con modalità di didattica a distanza dal 24 febbraio u.s. dovranno essere considerati SVOLTI A TUTTI GLI EFFETTI, e quindi potranno essere ragionevolmente oggetto di valutazione.

 Occorre far presente, come da indicazioni della nota in oggetto, che per quanto riguarda la questione della privacy le istituzioni scolastiche non devono richiedere il consenso per effettuare il trattamento dei dati personali (già rilasciato al momento dell’iscrizione) connessi allo svolgimento del loro compito istituzionale, sia pure in modalità “virtuale” e non nell’ambiente fisico della classe, come da informativa, ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) per genitori e alunni, relativa ai trattamenti di dati connessi all’utilizzo di piattaforme di didattica a distanza.

 Le attività didattiche a distanza, come da nota in oggetto, DEVONO NECESSARIAMENTE PREVEDERE LA VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI: le attività di valutazione devono essere costanti, secondo i principi di tempestività e trasparenza, ai sensi della normativa vigente (D.P.R. 122 del 2009).

 Si tratta di affermare il dovere alla valutazione da parte del docente, come competenza propria del profilo professionale, e il diritto alla valutazione dello studente, come elemento indispensabile di verifica dell’attività svolta, di restituzione, di chiarimento, di individuazione delle eventuali lacune, all’interno dei criteri stabiliti da ogni autonomia scolastica, assicurando la necessaria flessibilità. 

Le forme, le metodologie e gli strumenti per procedere alla valutazione in itinere degli apprendimenti, propedeutica alla valutazione finale, rientrano nella competenza di ciascun insegnante.

A tale proposito, si suggerisce che il numero di valutazioni, conseguenti a verifiche effettuate con DAD (dal 24 febbraio fino al termine dell’emergenza), sia pari o superiore a DUE per materia. Deroghe e dettagli specifici rientrano nell’ambito della discrezionalità e definite da ciascun Dipartimento.

Come da regolamento d’Istituto le verifiche dovranno essere programmate con anticipo. Le valutazioni saranno in decimi su scala da 1 a 10, come previsto dalla normativa.

In sede di scrutinio finale la riflessione sul processo formativo compiuto nel corso dell’attuale periodo di sospensione dell’attività didattica in presenza sarà come di consueto condivisa dall’intero Consiglio di Classe e la valutazione finale farà riferimento ai criteri approvati dal Collegio dei Docenti ed esplicitati nel PTOF.

 

Per realizzare quanto sopra illustrato, ad integrazione di quanto già indicato nella circolare n. 394 del 14/03/2020,

 i docenti sono tenuti

  • ad attivare la didattica a distanza e a mantenere i contatti con gli studenti delle classi loro assegnate, tramite piattaforma Google Classroom. Si sconsiglia l’uso di altre piattaforme didattiche omologhe per avere un’omogeneità per l’interazione live o in differita e la trasmissione di materiali didattici. Sono da considerare canali privilegiati per la diffusione di materiali condivisibili dall’intera comunità educante, anche nazionale, piattaforme digitali come Youtube;
  • a tenere traccia delle attività svolte (compilare la parte relativa all’assegnazione dei compiti);
  • a programmare le lezioni settimanali con congruo anticipo, prioritariamente, nel limite del possibile, tenendo in debita considerazione la richiesta delle famiglie, nelle ore antimeridiane. Non sono da escludere, fatto salve la disponibilità dei docenti, d’intesa con gli studenti, le programmazioni anche in orari pomeridiani. Per una equa distribuzione di carico di studio e di impegno degli studenti, si invitano i docenti a calendarizzare le lezioni, nella classe virtuale, in modo proporzionale alle ore di insegnamento curriculari. Sarà cura del coordinatore di classe, verificare che la programmazione settimanale preveda, fino a nuove e diverse disposizioni, almeno 15 ore distribuite, anche, su un arco settimanale di 6 giorni. E’ chiaro che il cosiddetto giorno libero per gli studenti, in questa fase di didattica a distanza, non è tenuto in considerazione;
  • a predisporre ed effettuare prove di verifica con gli strumenti a loro disposizione, e raccogliere elementi utili alla valutazione;
  • a tenere traccia della partecipazione degli studenti alle attività didattiche (controllo delle presenze alle video lezioni, riconsegna dei lavori svolti, …);
  • segnalare al Dirigente scolastico eventuali situazioni critiche relative alla partecipazione degli studenti alle attività didattiche

 

gli studenti sono tenuti a

  • mettere in atto le disposizioni impartite dai docenti
  • partecipare alle attività didattiche a distanza
  • eseguire i compiti assegnati
  • sottoporsi alle verifiche scritte e orali programmate dai docenti

ad aver contezza della situazione che anticipa loro l’assunzione di doveri umani di solidarietà e correttezza sociale, nel quale contesto le attività scolastiche a distanza chiedono, e trovano senso, nella serietà negli apprendimenti e nei momenti di verifica.

I genitori sono tenuti a

  • vigilare sull’operato dei figli e ad incentivarne la partecipazione a tutte le attività di DAD rispettando i punti precedenti.

 

I referenti di dipartimento sono tenuti, su delega formale dello scrivente, a convocare in modalità videoconferenza i Dipartimenti, con ampia flessibilità organizzativa ed oraria, possibilmente entro il 25 Marzo 2020, per discutere, alla luce di quanto in premessa, il seguente o.d.g.

  • Valutazione delle modalità di erogazione della didattica a distanza - Feedback
  • Proposte migliorative condivise dal dipartimento in un’ottica PDCA (Plan – Do –Check – Act)
  • Rimodulazione della programmazione anche in termini di obiettivi formativi e competenze
  • Organico raccordo dello stato di avanzamento della programmazione
  • Valutazione degli apprendimenti/competenze - Griglie di valutazione
  • Proposte per parametri di valutazione del comportamento in un contesto di didattica a distanza (da delibera in collegio docenti)
  • Esami di stato classi quinte – proposte dello staff
  • Proposte varie

 I referenti, di cui sopra, sono invitati ad inviare relazione della riunione tramite mail sia all’indirizzo istituzionale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. sia alla mail personale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 I coordinatori di classe sono tenuti, su delega formale dello scrivente, a convocare in modalità videoconferenza i Consigli di Classe (½ ora docenti e ½ ora rappresentanti alunni e genitori), con ampia flessibilità organizzativa e oraria, dopo il 25 marzo e possibilmente entro il 4 Aprile 2020, per discutere, alla luce di quanto in premessa, il seguente o.d.g.

  • Valutazione dell’andamento didattico in modalita DAD
  • Feedback migliorativi dei processi in atto
  • Criticità riscontrate
  • Rimodulazione della programmazione anche in termini di obiettivi formativi e competenze
  • Valutazione degli apprendimenti/competenze - Pianificazione – Tempi – Modi
  • Analisi della frequenza e casi critici
  • Esami di stato classi quinte – proposte simulazioni come da staff
  • Esami Iefp - proposte come da dipartimento
  • Comunicazioni del Presidente

 

 Seppur in una situazione di particolare emergenza, per garantire l’efficacia  giuridica che la normativa impone, ovvero la calendarizzazione in modo  trasparente dei  consigli di classe,  il coordinatore di classe , definita la data e l’ora, oltre a comunicarlo ai diretti interessati, deve riportare tali informazioni nel modulo appositamente predisposto nel Drive d’istituto denominato CONSIGLI DI CLASSE A.D., disponibile nell’area FAD del sito istituzionale.

I coordinatori, di cui sopra, sono invitati ad inviare relazione della riunione tramite mail, sia all’indirizzo istituzionale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., sia alla mail dell’ufficio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Eventuale integrazione, a quanto verbalizzato, da parte di docenti impossibilitati al consiglio, causa  contemporaneità, può essere inoltrata al coordinatore di classe per allegarlo alla relazione stessa.

 

Esami di stato : prove di simulazione

 

  • Lettere : Prova di simulazione comune, da concordare in sedi di dipartimento. Durata 6 ore. Somministrazione in  contemporanea in tutte le classi quinte, entro mese di Marzo.  Organizzazione somministrazione e  sorveglianza   on line a cura della prof.ssa Costa.

 

  • Seconda prova indirizzo grafico: Prova di simulazione da concordare in sede di dipartimento. Durata 6 ore. Somministrazione in  contemporanea in tutte le classi quinte entro la prima decade di Aprile. Organizzazione sorveglianza   on line a cura della prof.ssa RE.

 

  • Seconda prova indirizzo foto grafico: Prova di simulazione da concordare in sede di dipartimento. Durata 6 ore. Somministrazione in  contemporanea in tutte le classi quinte e la quinta associata  dell’Istituto Parificato Fantoni di Bergamo, entro la prima decade di Aprile. Organizzazione somministrazione e turni di sorveglianza   on line a cura del prof. Castelli.

 

  • Seconda prova indirizzi Enogastronomico-Sala – Ricettività alberghiera – Dolciario: Prove di simulazione, di indirizzo, da concordare in sede dei  dipartimenti di riferimento. Durata 4-6 ore in funzione della prova scelta.  Somministrazione in  contemporanea in tutte le classi quinte di tutti gli indirizzi.  Organizzazione somministrazione e turni di sorveglianza   on line a cura del prof.

 

  • Prove orali: visto il persistere della situazione epidemiologica in atto, in un’ottica di anticipare e prevedere possibili scenari  circa lo svolgimento degli esami di stato,  si invitano i consigli delle  classi quinte a istituire una potenziale  commissione d’esame per progettare e organizzare simulazioni della prova orale, in modalità on line. Per non compromettere il regolare svolgimento della DAD, il coordinatore di classe è garante della pianificazione delle stesse simulazioni delle prove orali.

 

  • Documento del 15 Maggio: in attesa di direttive ministeriali, che verranno emanate nell’OM degli esami di Stato, si invitano i coordinatori delle classi quinte a rivedere, alla luce della metodologia di didattica a distanza attualmente utilizzata, quali parti del documento del 15 Maggio dovranno essere ristrutturate/adattate.

 

Si ricorda che i docenti potranno servirsi del supporto di teleassistenza predisposto  on line, inviando una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Ringraziando tutti i docenti, personale ATA, studenti e genitori dell’IS “G. Falcone” per gli sforzi finora profusi, si confida nella consueta fattiva collaborazione di tutti.

 

Il Dirigente Scolastico
Ing. Vito Ilacqua

Notizie

Avviso. Attività potenziamento offerta formativa

01 Giu, 2020

Si comunica che le attività di laboratorio musicale e tutti gli sportelli didattici…

Avviso: Documento del Consiglio di classe V (Documento del 15 maggio)

01 Giu, 2020

I documenti dei Consigli di classe V sono pubblicati nella sezione Didattica - Esami…

In ricordo di Alessia

28 Mag, 2020

Alessia nel 2016 ha partecipato e vinto il Contest fotografico SVIOLENZA organizzato…

Gli studenti della Scuola protagonisti nel sito Indire

28 Mag, 2020

Guidati dal Maestro professor Loriano Blasutta i nostri ragazzi hanno realizzato una…

Avviso: Colloqui scuola-famiglia a.s. 2019/2020:

28 Mag, 2020

Come da Piano annuale attività e come da circolare n° 69 del 09/10/2019, si avvisa…

Avviso: Avviso: per Rappresentanti di classe alunni classi V- Documento Consiglio di classe (Documento 15 maggio)

25 Mag, 2020

Si invitano i Rappresentanti alunni di classe V a visionare e verificare da martedì…

Avviso: per Coordinatori classi V- Documento Consiglio di classe (Documento 15 maggio)

25 Mag, 2020

Diversamente da quanto indicato in Circ. 434 del 30/4/2020 si invitano i…

Radio Falcone inizio trasmissioni

22 Mag, 2020
Nella continuità di presenza della scuola nella vita degli studenti, anche e…

URP

Istituto Superiore "G. Falcone"

Via Matteotti, 4 – 21013 Gallarate (VA)

Tel: 0331774605

Fax: 0331770379

PEO: vais023006@istruzione.it

PEC: vais023006@pec.istruzione.it

Cod. Mecc. vais023006
Cod. Fisc. 82009260124
Fatt. Elett. UFO018

Area riservata